martedì 4 dicembre 2007

IL SINDACATO DEI PRECARI

Storicamente, sono grata ai sindacati. Hanno permesso, nei decenni, che i lavoratori più deboli venissero tutelati, che le donne incinte o neomadri non venissero buttate fuori con un calcio nel sedere perchè meno produttive, che contrarre una malattia non equivalesse a venir licenziati.
Ultimamente, sono allergica ai sindacati. Sono loro la forza più retrograda di questo nostro Paese: sono loro che ottusamente si oppongono ad ogni riforma, e pretendono che il mondo rimanga cristallizzato a 30 o 40 anni fa, che i lavoratori non possano essere licenziati nemmeno quando palesemente si comportano in maniera scorretta sul posto di lavoro (chi non mi crede si legga il libro di Gigi Furini, "Volevo solo vendere la pizza"), che l'età pensionabile non aumenti con l'aumentare dell'età media, che il mondo del lavoro non recepisca i cambiamenti della società.

Però non posso che guardare con simpatia al neonato FULPP, Federazione Unitaria Lavoratori e Professionisti Precari. Perchè una cosa è certa: nella selva di metalmeccanici, colletti bianchi, statali, insegnanti, ognuno col suo bel sindacato di riferimento, fino a ieri c'era una fetta di lavoratori senza la minima rappresentanza. Una fetta che si andava ingrossando di giorno in giorno: e che oggi, almeno stando ai dati del Fulpp, conta circa 8 milioni di persone. Con quei famosi "contratti strani", come li chiamo io, che non li tutelano e non li retribuiscono il giusto.
L'avevo scritto anch'io, proprio nel primo post di questo blog: l'unione fa la forza. E quindi è giusto unirsi.

5 commenti:

Mimi ha detto...

ti iscriverai?

William FULPP ha detto...

Ringrazio Eleonara Valtolina per l'interessamento nel diffondere l'iniziativa del FULPP Federazione Unitaria Lavoratori e Professionisti Precari, il FULPP è appunto un organizzazione a carattere sindacale direi rivista ed aggiornata (utilizziamo il web per comunicare, abbiamo un blog...insomma un po' più moderni e che diamine!)ad oggi infatti ci muoveremo affinche vengano riconosciuti quei diritti elementari di tutti coloro, i precari appunto, che concorrono con il loro lavoro, le loro tasse e la loro dignità al miglioramento del paese italia...questo però ad oggi non gli è riconosciuto e non gli è riconosciuta neanche la dignità, maltrattati lavoratori di serie C senza diritti e guai a chiederne altrimente niente rinnovo e/o incarico e/o pagamento fattura ecc.! questo perchè? perchè conviene a molti e la politica, gli organismi di informazione e i sindacati "secolarizzati" tacciono! bhe io dico che è l'ora di dire Basta! mi scuso per la lungaggine ed invito tutti ad iscriversi al FULPP in forma assolotunamente gratuita, ai precari di soldi già ne "succhiano" troppi! Grazie ancora William Lanzoni

Anonimo ha detto...

Voltolina, caro sindacalista, no Valtolina.
Comunque ai sindacati, retaggio del passato, non crede piu' nessuno.
Sopratutto in questa categoria che di sindacati non ne ha mai giovato, ma ne ha, semmai, subito gli effetti negativi delle loro politiche ottuse e a senso unico.

IL CAVALIERE MASCHERATO ha detto...

STAGISTI DI TUTTA ITALIA UNITEVI.
finalmente abbiamo un sindacato, dotiamoci anche dell'altra arma dei lavoratori italiani,
LO SCIOPERO.
tutti in a Piazza Esedra

Anonimo ha detto...

http://www.fulpp.ilcannocchiale.it/comments/1693605

Hei signori, io mi sono iscritto diversi mesi fà a questo sindacato, ma onestamente non vedo molto attivismo o mi sbaglio ?

Io sono un coglione qualsiasi, ma voi che lo avete fondato avrete qualche idea operativa no ? petizioni, raccolta firme, manifestazioni, blog da migliorare, diffusione notizie ecc. mi stò sbagliando ?

Faccio solo un esempio, io ho 23 anni di contributi INPS con lavoro dipendente, ora sono 5 anni che lavoro a progetto, SAPETE CHE PER ARRIVARE AI 40 ANNI DI CONTRIBUTI NON SI POSSONO CUMULARE LE DUE COSE... GRAZIE BERTINOTTI CHE HAI TOLTO LO SCALONE.