venerdì 23 maggio 2008

LA REPUBBLICA DEGLI STAGISTI SEMPRE PIÙ MEDIATICA

Si accendono - finalmente! - i riflettori dei media sul tema degli stage.
Aveva cominciato a parlare della Repubblica degli Stagisti l'edizione online del mensile Toplegal all'inizio di aprile: ora è la volta del mensile Glamour, che nel numero di giugno dedica un bell'articolo a chi cerca stage sul web, e della radio Rtl 102.5, che ha parlato di stage proprio ieri nella sua trasmissione di punta Password.

Qui potete leggere il boxino dedicato a questo blog (tra l'altro l'articolo, scritto dalla brava Michela Gentili, contiene anche interviste agli amici Stakastagista e Stageadvisor!). E qui ecco l'intervista radiofonica, che dura poco più di tre minuti - pochi ma buoni!
La mia speranza, ovviamente, è che i media parlino sempre più spesso e approfonditamente di questa tematica così importante: lo stage riguarda centinaia di migliaia di persone ogni anno
, non si può continuare ad eludere l'argomento! Quindi grazie ancora a Toplegal, a Glamour e a Rtl 102.5 per l'ospitalità.

15 commenti:

Andrea ha detto...

Brava. Peccato solo per quegli incapaci che ti hanno fatto le domande e per il poco tempo.

benny ha detto...

A parte l'incompetenza dei conduttori hai dato un po di visibilità alla tua iniziativa,complimenti alla voce da bambina!

Alex80 ha detto...

Senza arrivare a scimmiottare Beppe Grillo, perché non iniziamo a fare un po' di volantinaggio nelle bacheche delle università?
Basterebbe che qualcuno dotato di un po' di talento nella grafica piazzi la lista delle aziende "virtuose" su un foglio, con l'indirizzo del sito come titolo (scritto bello grande).

E questo senza escludere chi sarebbe disposto ad avere lo stage perfino gratis; se questa iniziativa può servire a mettere in competizione le aziende, ben venga.

Anonimo ha detto...

Fico!
Ma la conduttrice di Rtl sembrava non sapesse neanche di cosa si stava parlando... Alla fine quando ha chiesto "Ma insomma, bisognerebbe dare il rimborso spese sì o no? No?" ci ha fatto una figura di m... Non aveva capito un c... di tutto il discorso! Secondo me mentre ti intervistava stava facendo il sudoku o la manicure.
Incompetente!

flessibilieprecari ha detto...

@alex80
Devi stare attento a dire cose del genere, nel senso: sono sempre notizie di seconda e terza mano, potresti facendo quel che dici rischiare una denuncia ...

Anonimo ha detto...

Immancabile il tentativo di intimidazione di Prime (travestito da Flessibilieprecari)

Bloglavoro ha detto...

COMPLIMENTI Eleonora!!!!! :D

(pessima impressione della preparazione dei conduttori invece... ma era troppo leggere almeno un paio dei tuoi post prima di cominciare? mah!)

Eleonora Voltolina ha detto...

GRAZIE GRAZIE GRAZIE! I vostri complimenti mi fanno quasi arrossire!! :-)
Sono davvero contenta di questo spazio di visibilità: pensate che ho già ricevuto email da alcune lettrici di Glamour! Potere dei media.
Per quanto riguarda l'intervista in radio, per me è stata un'ottima occasione per far conoscere un po' il blog e la Lista dei Buoni. L'unico rammarico è che pensavo che la conduttrice, introducendo l'argomento prima di collegarsi con me per l'intervista, avesse detto il nome del blog: poi invece riascoltando la registrazione ho scoperto (ahimè) che aveva detto solo "C'è un sito", senza specificarne il nome!
Comunque, sbagliando si impara: probabilmente è stata anche un po' colpa mia, la prossima volta che mi capiterà di fare un'intervista vincerò il "pudore" e spiattellerò io stessa il nome del blog, in modo che il pubblico possa eventualmente andarselo a cercare su Internet!

flessibilieprecari ha detto...

@anonimo
dispiace che tu non sia un attento lettore.

Non ci sono misteri sul fatto - detto + volte - che alcuni di flessibilieprecari fanno parte anche di prime.

Ma solo alcuni, e i progetti sono molto differenti.

Se scrive flessibilieprecari si risponde a flessibilieprecari.

;-)

Gig ha detto...

"Parliamo a un popolo di stagisti, a chi va a fare "i stage"....

In effetti lei sembrava veramente che l'intervista la stesse inventando lì per lì, ma credo tu sia riuscita a farti capire bene comunque!

La voce "da bambina" è stato il top! Ma sinceramente me l'aspettavo diversa anche io! :)

Comunque brava, continua così!

Poi volevo proporre una piccola cosa ai Prime/flessibilieprecari/mucchio selvaggio.

Ho visto dai vari aggeggini che ho sul mio blog che qualcuno lo ha trovato entrando proprio dalla vostra pagina, terzo girone infernale delle menti col freno a mano innestato.

Ora dopo avervi ringraziato della pubblicità vi chiedo : non è che potreste mettere una paginina in più nel sito con il feedback e i commenti di chi questi siti se li gira tutti, per sentire se sono daccordo con la vostra classificazione o no? Vi confesso che sarei proprio curioso dei risultati...

Ciao Eleonora, e buona fortuna ancora per tutto!

Gig:)

Anonimo ha detto...

Ciao a tutti, io sono nuovo e vi scrivo da Fabriano, nelle Marche. Io la questione degli stages la vedo così. Sono d'accordo con gli stages completamente gratuiti (e magari anche lontani 50 km da casa) ma mi si deve mettere per iscritto che alla fine verrò assunto, anche con un contratto a termine ma che verrò ASSUNTO. Altrimenti arrivederci...Viceversa, se il tirocinio non è a scopo assuntivo, esigo un rimborso spese (anche minimo 250-300 euro), altrimenti rinuncio ben volentieri... Ultima cosa, a mio fratello è capitato questo: stage completamente gratuito in uno studio notarile per 6 mesi + assunzione a tempo indeterminato come assistente notarile. Io gli ho detto di accettare e di corsa, naturalmente esigiamo una scrittura privata, firmata dallo stesso notaio, che dichiari fin da ora la sua disponibilità alla trasformazione del contratto di stage in un contratto vero e proprio...perchè il detto latino "verba volant scrpta manent" è inesorabile. Non voglio che si ritrovi con un pugno di mosche in mano. Che dite, facciamo bene??
Un saluto dalle marche

flessibilieprecari ha detto...

@gig
www.flessibilieprecari.org non è un blog, come già spiegato precedentemente + volte.

Se rileggi gli scorsi interventi ti fai meglio un'idea sul progetto.

Ciononostante, a medio termine quello che tu chiedi fa parte degli elementi in sviluppo.

Un saluto

:-)

StageAdvisor ha detto...

@Anonimo: Io non ne so niente di contratti pre-assunzione, però posso consigliarti di andare su www.stageadvisor.it, cliccare su rubriche e mandare una mail al consulente legale del sito. E' lì apposta, e sicuramente può darti un parere sulla fattibilità della cosa. Ciao!

andrea

Eleonora Voltolina ha detto...

Andrea di Stageadvisor ha ragione: al quesito dell'amico marchigiano non può rispondere che un avvocato!
Devo però ammettere che l'idea di una scrittura privata che assicuri, prima ancora di cominciare, un'assunzione al termine del periodo di stage, "a pelle" non mi convince. Perchè cosa succederebbe se il candidato si rivelasse completamente inadatto al lavoro? O se si sviluppasse un'incomunicabilità o un'antipatia tra datore di lavoro e stagista?

Anonimo ha detto...

Ciao dal vostro amico marchigiano.
Allora il discorso sullo stage + assunzione è in questi termini: i primi tre mesi si configurerebbero come "periodo di prova", se al datore di lavoro non gli vai a genio o per qualche altra ragione non ti dimostri all'altezza può mandarti via. Se superi il periodo di prova, fai gli altri tre mesi del tirocinio (sempre gratis) poi parte l'assunzione. Della serie: se non vado bene per te, me lo dici alla fine del terzo mese e non l'ultimo giorno del sesto mese. In più faccio mettere tutto nero su bianco nel progetto di tirocinio (tra gli obiettivi, ci facciamo mettere il discorso dell'assunzione). Altrimenti andrà tutto chiarito in una scrittura privata: a questo punto può sempre mandarti via, ma deve sapere che se non lo fa nei primi tre mesi, non lo potrà fare dopo, anzi mi deve assumere...
Un saluto