mercoledì 28 gennaio 2009

TORNA LA GRANDE OCCASIONE DEGLI STAGE ALL'ESTERO FINANZIATI DALLA FONDAZIONE CRT

Vi siete appena laureati nelle università del Piemonte o della Valle d’Aosta? Drizzate le antenne, perché potenzialmente siete i destinatari di una delle occasioni più luminose nel panorama degli stage italiani. Sta per partire il bando 2009 del Master dei Talenti promosso dalla Fondazione CRT (di cui la Repubblica degli Stagisti aveva già parlato l’estate scorsa, in questo e quest'altro post).
Il progetto mette in palio 67 stage in giro per il mondo: dalla Russia agli Stati Uniti, dal Perù all’India, dalla Cina al Mali. La Fondazione investirà in questi 67 neolaureati quasi 2 milioni di euro, erogando un rimborso spese mensile commovente: da 1400 a 3300 euro lordi, a seconda del costo della vita nel Paese di destinazione.
Se volete curiosare, su questa pagina potete trovare un’anteprima degli stage. Il bando sarà presentato a Torino venerdì 30 gennaio – ci sarà anche la Repubblica degli Stagisti! – e chi si vorrà candidare avrà tempo fino al 28 febbraio per compilare i moduli. In bocca al lupo a chi ci proverà!

4 commenti:

Anonimo ha detto...

ah,che tristess abitare in lombardia

:(

Anonimo ha detto...

perchè non interviene Ichino, o qualche suo collega del Corsera...ma uno stage può prevedere la corresponsione di una cifra così alta? Non si dovrebbe campare anche all'estero con 450-500 euro al mese? (Ichino dixit)

Eleonora Voltolina ha detto...

I problemi dei superstage calabresi, gentile Anonimo, sono essenzialmente quattro: la durata fuorilegge (24 mesi quando la legge prevede un massimo di 12, salvo per i portatori di handicap), il limite d'età troppo avanzato (stagisti ultratrentenni), il fatto la maggior parte degli enti locali non brilli per efficienza e innovazione - e che quindi l'esperienza formativa sia quantomeno improbabile, e infine il fatto che non offrano alcuno sbocco lavorativo al termine del periodo di tirocinio (essendo stato ripetuto mille volte che il consiglio regionale non può garantire alcuna assunzione per i superstagisti negli enti dove andranno ad operare per questi due anni).
Anche se nell'articolo di qualche settimana fa pubblicato dal Corriere sembrava il contrario, personalmente non credo che il professor Ichino abbia un preconcetto nei confronti degli stage ben pagati, tanto è vero che aveva salutato con favore l'iniziativa della Lista dei Buoni ("Pietro Ichino: stage in azienda, riformare la normativa", http://repubblicadeglistagisti.blogspot.com/2008/07/pietro-ichino-stage-in-azienda-come.html).
Il punto importante è che gli stage dovrebbero essere stage, e mai lavori mascherati da stage.
Un rimborso spese troppo alto, se unito a troppe condizioni sfavorevoli o addirittura contra-legem, può appunto far pensare che dietro alla "forma" stage ci sia un "contenuto" lavorativo.
Invece questi del Master dei Talenti CRT sono proprio stage, anzi stage a 5 stelle: il limite massimo di età per partecipare è 27 anni, e la durata degli stage è compresa tra 6 e 12 mesi, e la percentuale di proposta di assunzione al termine dello stage (per coloro che vanno in aziende) è superiore al 90%.

Locataire ha detto...

NOOOOOOOOOOOOOOO ho sbagliato regioni!!!!!!!!! mi sono laureata in lombardia e veneto!!!!!!!
non ci sono bandi interessanti in quelle regioni? mi aiutate a cercarne alcuni? Grazie mille.